Il Pataffio / 25-26 novembre

Il Pataffio 

da Luigi Malerba

25 novembre 2017 ore 21.00
26 novembre 2017 ore 16.30

Associazione culturale Drakkar  – Musiche Marco Raoul Marini.

Adattamento e Regia di Simone Ruggiero.

Con Sebastian Gimelli Morosini, Chiara Bonome, Andrea Carpiceci, Federico De Luca, Ezio Passacantilli, Emiliano Pandolfi, Chiara David, Ilario Crudetti.

Il Pataffio di Luigi Malerba si rifà alla tradizione novellistica italiana. Scritto in una nuova lingua confusa tra il dialetto romanesco, il ciociaro e una specie di latino maccheronico, fin dalle prime pagine il lettore s’imbatte in una serie di personaggi buffi, quasi delle maschere, che prendono in giro se stessi non appena aprono bocca. Lo spettacolo resta fedele a questa impostazione linguistica, che contribuisce a creare un susseguirsi di equivoci e gag dal ritmo incalzante.

 


PRENOTA IL TUO BIGLIETTO


 PATAFFIO  PATAFFIO  PATAFFIO

Foto di Marco Bonomo

CREDITI 

Autore: Luigi Malerba

Adattamento: Simone Ruggiero

Regia: Simone Ruggiero

Cast artistico: Sebastian Gimelli Morosini, Federico De Luca, Chiara Bonome, Andrea Carpiceci, Ezio Passacantilli, Emiliano Pandolfi, Ilario Crudetti, Chiara David.

Crediti artistici:  Annalisa Elba (aiuto regia), Giulia Pagliarulo e Marika Argentini (costumi), Giorgia Visani (scenografia), Marco Raoul Marini (musiche), Mirco Coletti (Disegno Luci), Ehsan Mehrbakhsh (progetto grafico).

Note di regia:

Il pataffio di Luigi Malerba si rifà alla tradizione novellistica italiana. Scritto in una nuova lingua confusa tra il dialetto romanesco, il ciociaro e una specie di latino maccheronico, fin dalle prime pagine il lettore s’imbatte in una serie di personaggi buffi, quasi delle maschere, che prendono in giro se stessi non appena aprono bocca. Lo spettacolo resta fedele a questa impostazione linguistica, che contribuisce a creare un susseguirsi di equivoci e gag dal ritmo incalzante.

Il Marconte Berlocchio di Cagalanza  riceve in dote, sposando la sgraziata contessa Bernarda, il fatiscente castello di Tripalle. Giunto a destinazione con il suo sgangherato seguito trova i villani del posto, guidati dal capo villaggio Migone, in una situazione disperata, tanto inadeguati ad essere comandati quanto lo è il Marconte ad esercitare il proprio potere. Il cibo scarseggia, i soldati non si reggono in piedi e Berlocchio impara a sue spese cosa vuol dire essere un capo.


PRENOTA IL TUO BIGLIETTO

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: